Piccolo Eremo delle Querce

Lavoro

Il lavoro, come la nostra professione, è un'esigenza evangelica volta al fine di piacere a Dio, amare il prossimo, provvedendo al sostentamento dei deboli, e collaborare al completamento della creazione associandoci all'opera redentiva di Cristo: "si tratta di operare con le mani nell'intento di piacere a Dio, di muovere i piedi e di impiegare ogni membro secondo il progetto originario del nostro Creatore" (san Basilio Magno).

Lavoro al Piccolo Eremo delle Querce


Mi vanto di avere squadre di uomini e di donne
che organizzano la loro vita come se fossero in cielo.
La loro bocca non tratta dell'attività degli uomini,
cantano ininterrottamente inni al nostro Dio,
lavorano con le loro mani,
per avere di che distribuire
a quelli che si trovano nel bisogno.
San Basilio il Grande

È indispensabile che ciascuno lavori con frutto e secondo le proprie forze perché nessuno abbia a mangiare il pane della pigrizia e Dio venga glorificato dall'opera delle nostre mani, della nostra mente e del nostro cuore.

Abbiamo bisogno di imparare dai detti dei Padri del deserto:
Un fratello forestiero andò dall'Abate Silvano, sul monte Sinai, e vedendo che i confratelli lavoravano, disse loro:
— Perché vi occupate di un cibo che perisce? Maria infatti ha scelto la parte buona [Lc 10, 38-42].
Allora il vecchio disse al suo discepolo Zaccaria:
— Dagli un libro da leggere e prima di tutto mettilo in una piccola cella.
Ma all'ora nona quel fratello guardava nella strada se per caso il vecchio lo mandasse a chiamare per mangiare. E dopo che fu trascorsa l'ora nona andò dal vecchio dicendogli:
— Forse oggi i confratelli non hanno pranzato, padre?
Quando il vecchio rispose di sì, quello disse:
— Perché non mi hai fatto chiamare?
Allora l'Abate Silvano gli rispose:
— Tu sei un uomo spirituale e non hai bisogno di questo cibo; noi invece, in quanto fatti di carne e ossa, abbiamo bisogno di mangiare e perciò lavoriamo, mentre tu hai scelto la parte buona. Infatti tu leggi tutto il giorno e non vuoi ricevere il cibo materiale.       
Dopo aver udito queste parole, quello iniziò a pentirsi e a dire:
— Perdonami, padre.
Allora Silvano gli rispose:
— Dunque Marta è necessaria a Maria, infatti grazie a Marta anche Maria viene lodata. 

Lavoro al Piccolo Eremo delle Querce